Francesca Salvatore

ASSEMBLEA AIPH 2017 – ELEZIONI DEL DIRETTIVO

Candidatura di Francesca Salvatore


Linee programmatiche

La mia candidatura al direttivo dell’AIPH avviene, innanzitutto, in qualità di giovane ricercatore precario. Credo che in Italia sia giunto il momento di aprire le porte alla rappresentanza del precariato accademico all’interno delle società di storia al fine di portarvi non solo una ventata di novità nel senso anagrafico, ma anche e soprattutto una serie di metodologie nuove e nuovi usi della storia propri del patrimonio formativo dei nativi digitali, con applicazioni concrete e ricadute economiche importanti sui territori. Pertanto credo che, nel futuro prossimo di questa costituenda associazione, abbiano priorità i seguenti temi:
-Contribuire al riconoscimento e affermazione della Public History come disciplina accademica in Italia;
-Ingresso del precariato accademico e dei early career researchers all’interno della società stessa;
-Uno sguardo accademico all'”indietro”, volto al dialogo non solo inter-accademico ma tra Accademia e Scuola, ove la Public History ha più senso di essere coltivata e trasmessa per un vero uso “sociale” della storia;
-promozione degli applicativi di nuova generazione per la diffusione, la didattica e la fruizione dei contenuti di Public History sia come prodotti generati da start up di giovani ricercatori che da giovani provenienti dalle scuole di ogni istituto e grado;
-Creazione di macrocontentitori user-friendly in grado di rendere fruibili i contenuti della ricerca;
-Collaborare a stretto contatto con gli enti locali in modo rendere i risultati della ricerca l’elemento base per promuovere, sul territorio, iniziative di natura turistica, sociale e culturale con importanti ricadute economiche sui territori stessi;
-Promuovere una dimensione internazionale collaborativa e soprattutto europea della Public History, al fine di realizzare la tanto desiderata “Europa dei popoli” in un momento di così forte crisi internazionale.

C.V. di Francesca Salvatore
Francesca Salvatore è cultore della materia in “Storia degli Stati Uniti”, “Relazioni internazionali”, “Storia della Guerra Fredda” e “Storia dei Trattati” e ha coordinato un laboratorio di analisi delle fonti primarie presso il Corso di laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali dell’Università del Salento. E’ membro ordinario della SISI (Società Italia di Storia Internazionale), membro del coordinamento del Centro Studi Relazioni Atlantico-Mediterranee (CeSRAM), Segretario e Tesoriere del Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano-Comitato di Lecce. E’ publication manager di Eunomia, Rivista di Storia e Politica Internazionali.
-MASTER IN GEOPOLITICA (gennaio 2016-giugno 2016)
Il Master in Geopolitica “Caos & Poteri” è organizzato congiuntamente dalla SIOI, LiMes e Oltreillimes. Il percorso formativo si focalizza sugli scenari regionali geoeconomici e geopolitici che appaiono particolarmente indicativi dell’iperciclo di mutamenti che coinvolge anche il mosaico istituzionale e sociale europeo.
-Ph.D. (maggio 2011-settembre 2014)
Francesca Salvatore ha conseguito il Ph.D in Relazioni internazionali presso l’Università del Salento con una ricerca dal titolo“Friends, not allies”. Le relazioni Stati Uniti-India negli anni dell’amministrazione Kennedy. Nascita, evoluzione e crisi del contenimento nel sub-continente indiano (1961-1963). Per questa ragione ha effettuato periodi di ricerca presso i Kew Gardens Archives (London), i NARA (National Archives and Records Administration) a Washington DC e presso i National Archives di New Delhi.
– “LA STAMPA” ACADEMY (2014)
La sottoscritta ha frequentato l’accademia di giornalismo sui temi del visual e data journalism organizzata da Google Italia e dal quotidiano “La Stampa” presso il Politecnico di Torino.
-CISPEA SUMMER SCHOOL (Centro Universitario di Storia e Politica Euro-Americana, July 2012)
La sottoscritta ha frequentato la summer school dedicata al tema “Golden age: economy, politic and society in Usa into the two ends of century”.
-EUROMEDITERRANEAN SCHOOL OF LAW AND POLITICS, Scuola Superiore ISUFI (Istituto Superiore Universitario di Formazione Interdisciplinare, Lecce, 2005-2008)
Corso di specializzazione pre-laurea. Dissertazione finale dal titolo: “Islam e diritti umani”. Votazione finale 100/100.
-SECOND LEVEL ITALIAN DEGREE (2010)
Laurea specialistica in “Scienze politiche, comunitarie e delle Relazioni Internazionali” (Political sciences and international relations) presso l’Università del Salento, Lecce. Dissertazione dal titolo: “La comunicazione politica americana da Franklin D. Roosevelt a Barack H. Obama”. Votazione finale: 110/110 con lode. Tutors: Daniele De Luca, Antonio Donno.
-FIRST LEVEL ITALIAN DEGREE (2007)
Laurea triennale in Scienze politiche e delle Relazioni Internazionali” (Political Science and International Relations). Dissertazione dal titolo “Il ruolo della teoria dei giochi nel neorealismo strategico di Thomas C. Schelling”. Votazione finale: 110/110 con lode. Tutor: Giuliana Iurlano, Gianluca Cassese.
-PUBBLICAZIONI
Monografie
“Friends, not allies”. Le relazioni Stati Uniti-India negli anni dell’amministrazione Kennedy. Nascita, evoluzione e crisi del contenimento nel sub-continente indiano (1961-1963), Roma, Aracne Editrice, 2017
Teoria dei giochi e relazioni internazionali, Torino, L’Harmattan Italia, 2016
Articoli
-APOLLONJ GHETTI L., BARONE L., MOGOROVICH A., SALVATORE F.,“Civilizing Capitalism: capitalismo e democrazia nella riflessione intellettuale fra Otto e Novecento” in «C’era una volta in America», Newsletter of CISPEA Summer School, Newsletter n.4, autunno 2012, pp.23-28;
Il ruolo della Teoria dei Giochi nel neorealismo strategico di Thomas C. Schelling, in «Eunomia», rivista semestrale del Corso di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, Università del Salento, Anno I n.s., n. 1, 2012, pp.243-265;
Intervista a Kerry Kennedy, in «Eunomia», rivista semestrale del Corso di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali Università del Salento, Anno II n.s., n. 2, 2013, pp. 389-392;
Un popolo senza nazione: le ceneri della Grande Guerra e la mancata nascita del Kurdistan, in «Eunomia», rivista semestrale di Storia e Politica Internazionali, Università del Salento, Anno IV n.s., n. 2, 2015, pp. 283-302;
-“Looking backward”. Un’applicazione di teoria dei giochi e di analisi strategica alla Grande Guerra, in «Eunomia», rivista semestrale di Storia e Politica Internazionali, Università del Salento, Anno V n.s., n. 1, 2016, pp. 259-290;
Dalla radio a Facebook. 100 anni di comunicazione presidenziale americana, in «Eunomia», rivista semestrale di Storia e Politica Internazionali, Università del Salento, Anno V n.s., n. 2, 2016, pp. 713-752;
Contributi in volume
Gli Stati Uniti e il continente africano negli anni Sessanta. Dal terzomondismo di John F. Kennedy al “keeping Africa off the agenda” di Lyndon B. Johnson (1961-1968) in DONNO A., IURLANO G., L’amministrazione Nixon e il continente africano. Tra decolonizzazione e guerra fredda (1969-1974), Roma, Franco Angeli, 2016;
-“Kurdistan”, in «International Encyclopedia of the First World War» (in fase di pubblicazione).