Dialoghi della public history. 3° incontro “BUONE PRATICHE PER LA STORIA ORALE”. Lunedì 16 novembre ore 18.00

Dialoghi della public history

L’Associazione Italiana di Public History vi invita a partecipare al terzo incontro online dei Dialoghi della public history che si terrà Lunedì 16 novembre alle ore 18.00.

LINK: https://us02web.zoom.us/j/89421391825

3
Buone pratiche per la storia orale
Alessandro Casellato e Chiara Ottaviano

Nel fare storia con le fonti orali le responsabilità della riflessione deontologica sono spesso lasciate esclusivamente sulle spalle del singolo ricercatore, al suo apprendimento sul campo e al suo personale – e spesso solitario – dialogo con le esperienze di ricerca degli storici e delle storiche che l’hanno preceduto.  Il documento “Buone pratiche per la storia orale”  elaborato dall’AISO nel 2015 e revisionato nel 2020 ( anche in considerazione del “Regolamento generale per la protezione dei dati personali” operativo a partire dal 2018) non intende imporre standard alla ricerca ma piuttosto raccomandare buone pratiche che aiutino chi fa ricerca sul campo a svolgere bene il proprio lavoro. Per quanto riguarda la  public history, che da sempre fa ampio uso delle fonti orali, è sempre possibile  attenersi  alle pratiche raccomandate, anche nei casi della realizzazione di prodotti dell’industria culturale? Per quanto riguarda la didattica della storia, quale uso può essere fatto delle fonti orali nel rispetto delle  buone pratiche?

Per la consultazione del testo https://www.aisoitalia.org/buone-pratiche/


Potrebbero interessarti anche...

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search