Dialoghi della Public History – Autunno 2021. 5° “Un passato che non passa: i luoghi della memoria fascista in Italia”. Con Giulia Albanese e Mia Fuller

L’Associazione Italiana di Public History vi invita a partecipare al quinto incontro online dei Dialoghi della public history, sessione autunnale, che si terrà Lunedì 18 ottobre 2021 alle ore 18.00. Per partecipare occorre registrarsi con la propria email su Eventbrite. La registrazione sarà possibile fino alle ore 14.00 di lunedì 18 ottobre. Due ore prima dell’evento vi saranno inviate le informazioni per partecipare. Per registrarsi cliccare qui.

Ricordiamo che alle ore 17,30 ci sarà l’annuncio dei vincitori dei concorsi dedicati ai poster e agli awards. Per registrarsi e partecipare è necessario usare lo stesso link soprastante.

5. Un passato che non passa: i luoghi della memoria fascista in Italia.
Dialogano Giulia Albanese (Università di Padova) e Mia Fuller (UC Berkeley). Coordina Filippo Focardi
Le nostre città e il nostro paese conservano molte tracce del suo passato fascista, sotto forma di edifici, monumenti, ma anche nomi di strade e di vie. In alcuni casi, quando simboli, monumenti e nomi di strade sono presenti nella nostra vita quotidiana senza essere oggetto di commemorazione o ricostruzione memoriale specifica, essi giacciono lì muti ma presenti e sono il segno di una storia che ha fatto fatica ad essere ripensata e rielaborata. In altri casi questi luoghi sono invece oggetto di commemorazioni e cerimonie che portano segni politici diversi, ma che non di rado diventano presidi di una memoria minoritaria, legata a fenomeni neofascisti o della nuova destra. Per riflettere su questi fenomeni, l’Istituto nazionale Ferruccio Parri ha avviato un progetto per mappare e ricostruire la storia dei ‘luoghi della memoria’ locale e nazionale del fascismo storico (1919-1945). Obiettivo del progetto è censire e analizzare i monumenti e le intitolazioni di strade e/o luoghi pubblici che rimandano a luoghi della memoria del fascismo, rimasti al loro posto dopo il 1945 o creati nel corso degli anni successivi, e anche di recente. Tutti questi dati verranno poi restituiti in un database online.

Potrebbero interessarti anche...

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search