L’AIPH condivide il comunicato Sissco sull’invasione dell’Ucraina

Cari soci e simpatizzanti dell’AIPH,
l’uso pubblico della storia e una bizarra ricostruzione del passato sono invocati da anni da Vladimir Putin per rivedere e riscrivere la storia nazionale russa. Oggi la storia rivista dal Cremlino è utilizzata per giustificare l’invasione di un paese libero e democratico come l’Ucraina, senza la minima considerazione per il diritto internazionale e la sovranità nazionale.
Avremo modo di approfondire questo tema dell’uso della storia oggi in Russia anche durante il nostro convegno annuale AIPH2022, che si terrà a Mestre e Venezia a fine maggio.
Nel frattempo, I nostri colleghi della Sissco, la Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea, hanno redatto un Comunicato sull’invasione dell’Ucraina, a firma della loro Presidente Gia Caglioti e del loro comitato direttivo, il 28 febbraio. In queste ore drammatiche per il popolo ucraino, volevamo condividerlo con voi pubblicandolo sul nostro sito. Il Comitato direttivo dell’AIPH lo giudica importante nel contesto internazionale attuale anche perchè la Public History possiede un rapporto privilegiato con il presente.

Serge Noiret
Presidente AIPH



Citare questo post
Walter Tucci (2022, 3 Marzo). L’AIPH condivide il comunicato Sissco sull’invasione dell’Ucraina. AIPH - Associazione Italiana di Public History. Recuperato il 26 Febbraio 2024, da https://doi.org/10.58079/awog

Potrebbero interessarti anche...

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search