I vincitori del concorso progetti 2023

Ecco gli esiti dei concorsi Progetti realizzati e progetti da realizzare.

 

La commissione ha seguito questi criteri:
• Solidità d’impianto storiografico, studio e valorizzazione delle fonti
• Coinvolgimento dei pubblici (varietà e ampiezza dell’audience; pluralità di linguaggi; impatto sul territorio)
• Trasversalità (integrazione di diverse fonti e canali comunicativi; capacità di fare rete con istituzioni e associazioni)

 

PROGETTI REALIZZATI: Il premio va a: “Niccioleta. Fotografie e memorie di una comunità mineraria”, di Riccardo Zipoli.
Per il rigore e l’ampiezza di un’analisi storica che ha coinvolto in ogni suo passaggio, fin dalla fase progettuale, la popolazione e le istituzioni, in una rete virtuosa di pratiche partecipative. Il lavoro storico si è avvalso di un ricco ventaglio di fonti che ha avuto come esito la ricostruzione del profilo storico-sociale della comunità, scrivendone un passato ignoto e consentendole di immaginare un nuovo futuro. Questa operazione corale si traduce in percorsi di condivisione attraverso canali di comunicazione e tecnologie diversificate, in un progetto complessivo di valorizzazione del territorio.

 

PROGETTI DA REALIZZARE: Il premio va a: “MapEUrHistory – Historical Digital Maps and Local Historical Sources Valorization”, di Centro Studi Relazioni Atlantico-Mediterranee (Cesram), presentato da Francesca Salvatore e Antonio Caso.
Per le finalità civiche e didattiche coniugate in forma originale a potenzialità di raggiungimento di un vasto pubblico, grazie anche all’utilizzo dinamico delle tecnologie; per la capacità di cooperazione a livello internazionale, ispirata a un’idea di storia comune europea a partire dalle singolarità dei territori, di cui si intendono valorizzare risorse materiali e immateriali.

 

Menzioni speciali per due progetti realizzati:
1. “Futuri immaginati”, del Liceo Scientifico e Linguistico Elio Vittorini di Gela, presentato da Eliana Casano.
Per la ricchezza e l’articolazione del percorso formativo e la qualità del lavoro di ricerca, che – attraverso un sapiente montaggio di materiali d’archivio e fonti orali – implementa le conoscenze relative ai processi di sviluppo e interazione società/ambiente nel territorio gelese, per immaginare e costruire scenari futuri.

 

2. “Portale STOVALUE. Storia dei valori europei e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”, di Alessandra Mita Ferraro.
Per l’impegno nel coniugare metodo storico e rigore della ricerca coi bisogni di pubblici diversificati, scuole e società civile, per una educazione civica che si sostanzia di valori d’inclusione e rispetto di tutte le diversità culturali, alla base di ogni progetto che si voglia di public history.

 

I progetti primi classificati riceveranno un premio di 250 euro e potranno apporre uno speciale logo dell’Associazione che indicherà il premio ottenuto in tutti i materiali di comunicazione.
I/Le proponenti dei progetti vincitori e dei progetti che hanno ottenuto la menzione speciale avranno inoltre la possibilità di partecipare gratuitamente alla prossima Conferenza annuale dell’AIPH.

 

Elenco progetti realizzati

  • “Portale STOVALUE. Storia dei valori europei e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”, di Alessandra Mita Ferraro.
  • “Futuri immaginati”, del Liceo Scientifico e Linguistico Elio Vittorini di Gela,
  • “Niccioleta. Fotografie e memorie di una comunità mineraria”, di Roberto Zipoli.
  • “Sulle orme del Santo. Cammino in onore di San Giuseppe da Copertino, tra testimonianze storoche, architettoniche e iconografiche”, di Marilina Caputo.
  • “Storia della massoneria”, di Emanuela Locci.
  • “Dare vita al futuro. Un libro illustrato racconta il legame tra Mario Nanni e Monzuno”, di PopHistory ETS.
  • “Da una lastra di marmo ad un’operetta. Il Segreto della Gioconda. Opéra comique in quattro quadri”, di Monica Sanfilippo.

Elenco progetti da realizzare

  • “MapEUrHistory – Historical Digital Maps and Local Historical Sources Valorization”, di Centro Studi Relazioni Atlantico-Mediterranee (Cesram).
  • “La Mecca degli stranieri”, di Alessandro Roselli.
  • “Gli ideali infiniti della pace: Hemingway, i giovani e la guerra”, di Giliola Novali.
  • “Diario di un aviatore”, di Tiziana Palandrani.
  • “HomeLess Movies – Cinema Senza famiglia; (HLM)”, dell’Associazione L’Ambulante

OpenEdition vi suggerisce di citare questo post nel modo seguente:
igorpizzirusso (9 Giugno 2023). I vincitori del concorso progetti 2023. AIPH - Associazione Italiana di Public History. Recuperato il 24 Luglio 2024 da https://doi.org/10.58079/awpj


Potrebbero interessarti anche...

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search