Bevenuti a Ravenna / Welcome to Ravenna

Benvenuti a Ravenna

La Public History internazionale e la Public History italiana a confronto

Dal 5 al 9 giugno 2017 si terrà a Ravenna, che sarà per una settimana la “città della Public History” in Italia, per il numero di attività pubbliche inerenti alla storia e di partecipanti nazionali e internazionali che ospiterà, il quarto convegno annuale della International Federation for Public History (IFPH-FIHP) insieme al primo convegno della AIPH, la Associazione Italiana di Public History, la prima associazione nazionale a nascere in Europa, costituitasi a Roma a giugno 2016. Nell’occasione si svolgerà la prima assemblea generale dell’AIPH, che si terrà a Palazzo dei Congressi, Largo Firenze, 1, il giorno 7 giugno alle ore 15.
La AIPH nasce per iniziativa della Giunta Centrale per gli Studi Storici e della International Federation for Public History; la riunione costituente della AIPH si è tenuta a Roma il 21 giugno 2016 per iniziativa di un comitato promotore di cui fanno parte 18 fra società scientifiche, enti e associazioni culturali e professionali italiani. La AIPH si è data uno statuto e un comitato direttivo provvisorio. La AIPH intende promuovere la professione di Public Historian in Italia come la IFPH promuove la Public History nel mondo e come disciplina globale.
Il primo convegno della IFPH fu promosso insieme al master di Public History dell’Università di Amsterdam nell’ottobre 2014, l’anno dopo quello che è stato numerato “zero” e che si è tenuto ad Ottawa nell’aprile 2013, organizzato all’interno del convegno annuale del National Council on Public History nord americano (NCPH), ma già con il logo dell’IFPH. Il secondo convegno di Public History si è invece tenuto a Jinan in Cina durante il 22° convegno dell’International Commitee of Historical Sciences (ICHS-CISH) del quale è Commissione interna. In Cina, la IFPH aveva organizzato una tavola rotonda su Why Public History? e al tempo stesso aveva presentato tre panel dedicati rispettivamente all’insegnamento della Public History, alla Digital Public History e a Musei e Public History.
La Public History si è così socialmente evoluta in modo diverso e secondo modelli differenti in tutto il mondo. In Brasile, la Rede Brasileira de História Pública ha organizzato nel 2015 il suo terzo convegno di Public History e ospiterà il 5° convegno annuale della IFPH-FIHP nell’estate 2018 a Sao Paulo.  La Colombia ha ospitato il terzo convegno della IFPH, e i colombiani posseggono una loro via alla Public History stimolata dalla risoluzione dei problemi di giustizia transizionale legati al conflitto con i guerriglieri delle FARC; i cinesi invece sono attenti alla memoria urbana e a quella dei luoghi del passato in un paese in rapido sviluppo architettonico; i russi, nel 2016, si interrogavano su cosa, nel loro passato, dovesse essere ricordato e potesse caratterizzare la loro identità presente. Questo fenomeno di strutturazione della disciplina che parte anche da necessità diverse, si sta verificando così in tutto il mondo come ne testimoniano i numerosi contributi provenienti dai cinque continenti durante #IFPH2017, la 4a conferenza della IFPH a Ravenna.
La prima conferenza dell’Associazione Italiana di Public History a Ravenna riunirà Public Historian da tutte le regioni della penisola che s’interrogheranno sulle ragioni di una via italiana alla disciplina. Solo da pochi anni si è diffusa la consapevolezza dell’importanza delle pratiche di Public History in Italia, e della necessità di una riflessione e di un confronto fra studiosi e operatori per definirne lo statuto scientifico e per promuoverne la valorizzazione, anche attraverso specifiche attività formative. Il convegno di Ravenna intende favorire questo processo, mettendo a confronto diverse esperienze e diversi approcci disciplinari in una sorta di “stati generali” della disciplina in ambito nazionale e internazionale.
Auspichiamo una presenza numerosa, diversificata, entusiasta ed appassionata durante gli oltre 95 panel e la sessione di presentazione dei poster italiani ed internazionali il giovedì 8 giugno dalle 14.30 alle 16.30, le keynote di Michael Frisch per l’AIPH su Il concetto di Shared Authority nella Public History oggi (Mercoledì 7 giugno alle 18) e quella di Paweł Machcewicz per l’IFPH su Museum of the Second World War in Poland: Intersections of History, Memory and Politics (Giovedì 8 giugno alle 18.30) oltre alle numerose iniziative culturali collaterali che si terranno durante tutta la settimana.

Benvenuti a Ravenna per la festa della Public History!

Andrea Giardina
Presidente della Giunta Centrale per gli Studi Storici
Serge Noiret
Presidente della IFPH-FIHP
Luigi Tomassini
Direttore del Dipartimento di Beni Culturali, Università di Bologna, Campus di Ravenna

Welcome to Ravenna

Confronting International and Italian Public History in Ravenna for a Week

From June 5 to June 9, 2017, the 4th Annual Conference of the International Federation for Public History (IFPH-FIHP) together with the first Italian Association of Public History (AIPH), which was set up in Rome in June 2016, will be held in the city of Ravenna, renamed for a week the “public history city”, because of the number of public history events and the amount of national and international participants who will join the conference. The AIPH is the first national public history association to be born in Europe and its general assembly will take place at Palazzo dei Congressi, Largo Firenze, 1, on June 7th at 3 p.m.
The AIPH was founded on the initiative of the Italian Giunta Centrale per gli Studi Storici and the International Federation for Public History. The AIPH constituent meeting was held in Rome on June 21, 2016 on the initiative of a promotional committee made of representatives from 18 Italian scientific societies and cultural and professional associations. The AIPH adopted temporary bylaws and a temporary steering committee was designed. AIPH intends to promote the profession of Public historian in Italy like IFPH does for promoting Public History in the world as a global discipline.
The 1st IFPH Conference was organized along with the local Master of Public History at the University of Amsterdam in October 2014, the year after “conference zero”, held in Ottawa in April 2013, still within the annual conference of the American National Council on Public History (NCPH),  but already with the IFPH logo. The 2nd International Public History Conference was held in Jinan, China, inside the 22nd International Conference of the International Committee of Historical Sciences (ICHS-CISH): the IFPH is an internal commission of the ICHS.  In China, the IFPH organized a Round Table on Why Public History? And, at the same time, presented three panels devoted respectively to the Teaching of Public History, Digital Public History and Museums and Public History.
Public History has evolved socially in different ways and according to different models around the world. In Brazil for example, the Rede Brasileira de História Pública organized its 3rd Public History Conference in 2015 and will host the 5th IFPH-FIHP Annual Conference in Sao Paulo during the summer of 2018. Colombia hosted the 3rd IFPH Conference in Bogotá, and Colombians have established their own path to Public History stimulated by transitional justice issues dealing with the conflict with the FARC guerrillas; whereas the Chinese are attentive to urban and architectural memories and to their pasts in a rapidly evolving country; the Russians, in 2016, questioned what, in their past, should be remembered and could characterize their present identity.  This global public history phenomenon is now structuring the discipline and providing answers to different national needs all over the world, as the contributions from the five continents at the 4th IFPH conference in Ravenna (#IFPH2017) demonstrates.
The First Conference of the Italian Public History Association in Ravenna will bring together Public Historians from all regions in the Italian Peninsula who will discuss the reasons for a national route to the discipline. Awareness of the importance of Public History practices in Italy has become widespread only a few years ago. Italy felt the need to enhance a reflection and a dialogue among scholars and practitioners in order to define the scientific status of public historians. The Ravenna conference hopes to favour this process by comparing different experiences and disciplinary approaches and to inquire about the state of the discipline at national and international level.
We look forward to a large, diverse, enthusiastic and passionate presence of people in over 95 panels and during the presentation of Italian and international posters on Thursday, June 8 from 2:30 pm to 4:30 pm, during Michael Frisch’s AIPH keynote on The concept of Shared Authority in Public history today (Wednesday 7 June at 6.30 pm) and during Paweł Machcewicz IFPH keynote on The Museum of the Second World War in Poland: Intersections of History, Memory and Politics (Thursday, June 8 at 6.15 pm), as well as in the context of the numerous cultural initiatives that will be held in town throughout the week.

Welcome to Ravenna to celebrate Public History!

Andrea Giardina
Presidente della Giunta Centrale per gli Studi Storici
Serge Noiret
Presidente della IFPH-FIHP
Luigi Tomassini
Direttore del Dipartimento di Beni Culturali, Università di Bologna, Campus di Ravenna